Il manoscritto di Dio

35006.jpgIl manoscritto di Dio
Cordy Michael

Editore Nord, 2008

Prezzo    € 18,60


Se vi piacciono i fanta-thriller, questo libro può sicuramente interessarvi.
Michael Cordy, il suo autore, sfrutta il filone aureo delle storie basate sui complotti del Vaticano per dar vita a un romanzo con una trama sicuramente più originale rispetto al più famoso Codice da Vinci.

Stavolta tutto si incentra sulla traduzione del “libro più misterioso del mondo”: il Manoscritto di Voynich, realmente esistente.

Questo manoscritto fu scoperto nel 1912 dall’antiquario russo Wilfred Voynich nella biblioteca del collegio gesuita di Villa Mondragone.
Da allora, in molti hanno tentato di svelare il codice di queste 232 pagine scritte in una lingua indecifrabile e ornate da disegni di strane figure femminili, piante sconosciute, simboli astronomici (presso questo link trovate la storia del manoscritto, le foto di alcune pagine e numerosi link di approfondimento: http://www2.polito.it/didattica/polymath/htmlS/Interventi/Articoli/VoynichPeiretti/VoynichPeiretti.htm).

Le ipotesi avanzate sono state numerose e Michael Cordy inizia il suo romanzo con l’annuncio che una ricercatrice dell’università di Yale, Lauren Kelly, ha finalmente trovato il codice per la traduzione del manoscritto. Dopo una conferenza però la donna viene aggredita e finisce in coma.
Il marito viene contattato da strani personaggi: una suora che, sconvolta dal trovare Lauren in coma, gli dice di conoscere un modo di farla risvegliare e dal “papa nero” (come viene soprannominata la più alta autorità dei gesuiti, il Superiore Generale dei Gesuiti), nel romanzo Leonardo Torino.

Il marito di Lauren, Ross, capisce che non può fidarsi del gesuita e decide di partire, pur con molti dubbi, alla ricerca del misterioso rimedio che potrebbe salvare la vita di sua moglie con suor Chantal e una collega di Lauren.
Si scoprirà che il luogo misterioso è addirittura il biblico giardino dell’Eden, nascosto nel cuore incontaminato dell’Amazzonia.
Il gruppo viene però inseguito da Leonardo Torino e dai suoi uomini che cercano di ostacolarli in tutti i modi, per evitare questa scoperta considerata devastante per la Chiesa.

Il romanzo incuriosisce e si fa leggere volentieri, anche se, in base al mio personalissimo gusto, l’ho trovato un po’ troppo fantasioso.
D’altro canto è apprezzabile lo sforzo del suo autore di sfruttare un’idea nuova in questo genere letterario.

Buona lettura! 🙂

Il manoscritto di Dioultima modifica: 2009-01-29T12:22:00+01:00da il_cercat0re
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento