Come un romanzo

Come un romanzo

Daniel Pennac
Come un romanzo

Feltrinelli, 2003

Prezzo: 6,50 €

Leggete un’anteprima del libro su Google Books!

Daniel Pennac esprime in questo libro tutto il suo amore per i libri e la lettura. Non è un punto di vista snob, che esalta i lettori contro chi non ama leggere, al contrario, afferma il sacrosanto diritto di non leggere e spiega perchè nel mondo moderno la lettura sia relegata a un ruolo del tutto secondario e spesso sia interpretata come un lusso.

“Leggere? Vorrei tanto, ma il lavoro, i bambini, la casa, non ho più tempo…”
“Come la invidio, lei, che ha tempo per leggere!”
[…] Il tempo per leggere è sempre tempo rubato. (Come il tempo per scrivere, d’altronde, o il tempo per amare.)
Rubato a cosa?
Diciamo, al dovere di vivere.

Si ricorda che la lettura era un regalo, un dono d’amore dei genitori verso i loro figli, quando la sera dedicavano loro del tempo prezioso per leggere delle storie, e per questo era amata e desiderata, mentre col crescere si è traformata in un obbligo e ci si è trovati sottomessi all’imperativo “bisogna leggere!“.
Da atto di amore e condivisione, diventa un qualcosa da cui fuggire e cercare scappatoie.

In argot francese leggere si dice ligoter, che vuol dire anche “incatenare”.
Nel linguaggio figurato un grosso libro è un mattone.
Sciogliete quelle catene e il mattone diventerà una nuvola.

Per far riacquistare il piacere della lettura ai giovani è fondamentale non chiedere niente in cambio, non porre domande, non chiedere se hanno capito, non dare compiti, non dare indicazioni biografiche, giudizi di valore, ecc.
Occorre lasciare che questo “piacere” ridiventi tale, che le emozioni fluiscano senza costrizioni, che la fantasia sia libera di creare il contesto più adatto.

Pennac, col suo stile inconfondibile, ci parla delle sue esperienze di ragazzo prima e di insegnante poi e ci lascia con un decalogo di “diritti imprescrittibili del lettore“, riabilitando molte persone che magari si sentivano in colpa solo perchè non sono riuscite a finire un libro o hanno preferito saltare una descrizione troppo noiosa pur di andare al punto che più le interessava.

I.    Il diritto di non leggere
II.   Il diritto di saltare le pagine
III.  Il diritto di non finire un libro
IV.  Il diritto di rileggere
V.   Il diritto di leggere qualsiasi cosa
VI.  Il diritto al bovarismo
VII. Il diritto di leggere ovunque
VIII.Il diritto di spizzicare
IX.  Il diritto di leggere a voce alta
X.   Il diritto di tacere

Come un romanzoultima modifica: 2008-09-19T17:11:00+02:00da il_cercat0re
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Come un romanzo

Lascia un commento