La filosofia del Dr. House

f6513c5d27fc8122bdb50ac3e68cea30.jpgBlitris
La filosofia del Dr. House. Etica, logica ed epistemologia di un eroe televisivo

Firenze, Ponte alle Grazie, 2007

Prezzo 12 €


 

Preferisci un medico che ti tiene la mano mentre muori, o uno che non ti guarda mentre migliori?  

Io lo adoro. House, dico. E come me milioni di telespettatori. Ma vi siete mai chiesti il motivo di questo successo? Un personaggio così odioso, antipatico, presuntuoso che insegna anche ai suoi assistenti a “mentire, barare, rubare” e si arrabbia quando loro non lo fanno.
E per di più, tutte queste “qualità” sono concentrate in un medico, una figura che tutti noi vorremmo potesse essere per noi un punto di riferimento, una persona in cui riporre la nostra fiducia.

E invece ad House non importa nulla del malato, ma solo della malattia. La priorità per lui è sciogliere la diagnosi, anche, in alcune situazioni limite, a costo della vita di un paziente, manifestando quella che è la sua iper-etica: la risoluzione del caso.
Ma tutto questo, così tante volte esplicitato nel corso delle varie puntate, non è nemmeno così vero, perchè altrettante volte House dimostra anche di voler a tutti i costi trovare la cura per salvare davvero il paziente. Ma proprio attraverso questa e altre dicotomie, si sviluppa la singolarità del personaggio House.

In qualche modo, è Blitris che ci spiega se questo personaggio è buono o cattivo, se segue un’etica, qual è la sua logica, come fa a individuare una diagnosi e a sapere che è quella corretta… e anche per me che non amo la filosofia, il discorso è assolutamente comprensibile e, oltre all’analisi di molti episodi delle serie, i paragoni sono eccellenti: Popper, Kant, Kierkegaard…

Blitris (dal greco, indica un puro suono che imita quello di uno strumento a corde, senza un significato preciso) è il nome di un collettivo filosofico nato nel 2007. I suoi membri sono M. Cristina Amoretti, Daniele Porello, Simone Regazzoni e Chiara Testino. www.blitris.net

La filosofia del Dr. Houseultima modifica: 2008-05-12T09:55:00+02:00da il_cercat0re
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “La filosofia del Dr. House

  1. Anche io l’ho letto pur non essendo una di quelle che si potrebbe chiamare “fan accanita di House”…il serial mi piace ma quello che mi intriga ancora di più è la popolarità ed il successo di un personaggio così scomodo…secondo me la forza di House è nella verità…lui non mente a se stesso e non mente agli altri, almeno sulla medicina, la sua passione.
    che ne dici?
    Isabella

  2. Oddio… ogni tanto qualche bugia la dice eh! O ancor più spesso tiene nascosta la verità pur di ottenere i risultati in cui spera. E’ proprio un sostenitore del fine che giustifica i mezzi.
    Per la dura lotta contro i non-detti di House e a favore del “consenso informato”sempre e comunque, c’è la dott.ssa Cameron. Che, spesso esagerando, è la vera paladina della verità a tutti i costi. Io però quella lì proprio non la reggo…

  3. intendevo che la verità di House non consiste nel non dire una bugia ma nell’avere il coraggio di mostrarsi agli altri così come si è: cinico, beffardo, approfittatore ma anche generoso…quello di cameron è buonismo e anche io non lo reggo..

  4. Si, di sicuro House non si fa problemi a mostrarsi così come è. Anche se forse a volte, secondo me, si forza anche ad essere più antipatico di quanto non sia.
    Una volta un mio amico mi disse: faccio l’antipatico perchè alla fine so che chi mi sopporta mi è veramente amico. Forse per House è lo stesso. E’ un modo di selezionare chi gli è intorno.

Lascia un commento