Guida galattica per gli autostoppisti

Guida galattica per gli autostoppisti Adam Douglas

Guida galattica per gli autostoppisti (8.80 €)
Ristorante al termine dell’Universo (8.80 €)
La vita, l’universo e tutto quanto (8.80 €)
Addio e grazie per tutto il pesce (8.40 €)
Praticamente innocuo (8.80 €)
Il salmone del dubbio

Tutti i volumi, tranne “Il salmone del dubbio” sono editi da Mondadori, Milano, 2007.

Questa è, dichiaratamente, una trilogia in 5 volumi che in realtà sono 6.
Già questo vi fa capire che siamo nel mondo dell’assurdo.

Ho classificato il libro nella sezione fantascienza, ma in realtà è molto di più e molto altro. E’ assurdo, ironico, sarcastico, metaforico, surreale, divertente e in parte parla di fantascienza.

L’idea nasce da uno sceneggiato radiofonico trasmesso a puntate dalla BBC nel 1978 e negli anni Ottanta il romanzo acquistò fama indipendente e ad esso seguirono, nel corso degli anni, gli altri volumi. Il salmone del dubbio invece restò incompleto a causa della sopraggiunta morte dell’autore nel 2001.

Lo stile è assolutamente scorrevole e vi assicuro che, iniziato il primo volume, leggerete gli altri tutti d’un fiato. La lettura è piacevolissima e per alcuni versi illuminante, tanto che i romanzi forniscono la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Naturalmente non vi svelo la risposta per non essere accusata di avervi tolto il gusto della lettura.

I personaggi sono incredibili: Arthur Dent, Ford Prefect, Zaphod Beeblebrox, Tricia McMillan (Trillian), Marvin l’androide paranoico, il computer Pensiero Profondo…

Insomma: leggeteli!

“In molte delle civiltà meno formaliste dell’Orlo Esterno Est della Galassia, la Guida galattica per gli autostoppisti ha già soppiantato la grande Enciclopedia galattica, diventando la depositaria di tutto il sapere e di tutta la scienza, perché nonostante presenti alcune lacune e contenga molte notizie spurie, o se non altro alquanto imprecise, ha due importanti vantaggi rispetto alla più vecchia e più accademica Enciclopedia: Uno, costa un po’ meno; Due, ha stampate in copertina, a grandi caratteri che ispirano fiducia, le parole NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO. […] E, nel caso che ci fosse un’inesattezza tra quanto riportato nella Guida e la Vita, ricordate che in realtà è la vita ad essere inesatta.”

PS. Nel 2005 è uscito anche un film del regista Garth Jennings sul primo volume, intitolato come il libro “Guida galattica per autostoppisti”. Ve lo consiglio caldamente.

Guida galattica per gli autostoppistiultima modifica: 2008-02-26T16:40:00+01:00da il_cercat0re
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Guida galattica per gli autostoppisti

  1. “Guida galattica per autostoppisti” non può mancare nelle librerie degli appassionati di “fantascemenza”, ed anche il film non può mancare nella videoteca degli adoratori del film “Balle spaziali” e poi… non puoi non innamorarti di Marvin 😀

    P.S. E’ un libro “fantastico”!!!!

Lascia un commento